giovedì 16 aprile 2009

Recensioni

ecco due recensioni pubblicate sul webbe di Road to Rehab dei Kinkies.

Recensione di Kallo su coolkidspunk.blogspot.com


Altro lavoro prodotto dalla Voodoo Doll Records e altro cd da
avere per gli appassionati di pop punk.I Kinkies sono quattro ragazzi
siciliani,e per debuttare bene,ci regalano un album semplice e senza
tante pretese,undici brani in cui potete trovare tracce di
Ramones,Screeching Weasel (primo periodo) e tanta passione per un
genere che si ama o si odia.I suoni sono ancora grezzi e poco maturi,ma
poco importa,perchè la band si diverte e fa divertire l'ascoltatore con
assolini e melodie che in alcuni casi sono davvero azzeccate,ascoltate
"Goodbye" o "Singin' of you" per darmi ragione! Se non pretendete riff
metal o scale pentatoniche,sapete gia per certo che questo album fa per
voi,d'altra parte stiamo parlando di punk rock e non dei Pink Floyd.

Citazione
di merito per la copertina,un appassionato di zombies come il
sottoscritto non puo che alzare il pollice in segno di approvazione!


Recensione di Max Rozzo su Troublezine.

Le loro buone qualità i Kinkies le avevano già messe in mostra
esattamente un anno fa, quando mi ritrovai con il loro demo d’esordio
tra le mani.
Giungono adesso al primo album, “Road To Rehab”, che
con la sua bella copertina esce per la Voodoo Doll Records, neonata
etichetta della stessa zona della band (ovvero la provincia di
Siracusa). 11 pezzi di punkrock di buona fattura, un paio dei quali (Two Persons Two Chords e Baby Let’s Go)
ripresi dal demo, in cui il quartetto siciliano si propone nel proprio
stile conciso e minimalista, alla Groovie Ghoulies: pochi orpelli e
tanta sostanza fatta di 3 accordi, 4/4 e strofa-ritornello
strofa-ritornello, intervallati qua e là da qualche assolino.
In mezzo a tanti pezzi veloci e melodici spicca Singin’ Of You, romantica ballad lenta.
Rispetto
al demo la registrazione è migliore, pur mantenendo sempre una grande
semplicità e risultando molto diretta e schietta.
Lavoro onesto e
valido, che dà alla band il suo posticino nella scena italiana e che
piacerà soprattutto ai lazy punkrockers che non vanno più in là dei 3
accordi.

lunedì 6 aprile 2009

venerdì 3 aprile 2009

GENERAZIONE MERDA

Siamo (tra le tante altre) anche nell'era dei superIO...tutti facciamo tutto!!
Perdere l'occasione di dire IO LO SO FARE ci fa stare proprio male...io purtroppo (per fortuna) uso ancora un banalissimo VEDIAMO CHE SI PUO' FARE...